sabato 17 maggio 2008

Caspita, sono riusciti persino a togliermi il mio inguaribile ottimismo....ho il morale e l'orgoglio sotto i tacchi, invece di continuare a costruire il nostro futuro come abbiamo sempre fatto, da qualche mese si è tutto bloccato e quello che abbiamo fatto pian piano si sta sgretolando.
Mi vrergogno sempre tanto a parlare di cose materiali, ma come dissi a qualcuno tempo fa, purtroppo non lavoriamo per la gloria, ma per il vile denaro.
Perciò se qualcuno negli ultimi tempi mi si azzarda a dire "I SOLDI NON FANNO LA FELICITA' ", io rispondo "NON FANNO LA FELICITA'... MA QUANTO L'AIUTANO!!!".
Voglio sempre pensare che questo è solo un brutto periodo e che poi tutto tornerà ad una serena tranquillità.
E pensare che per avere tutto ciò, basterebbe solo che ci diano lo stipendio puntuale, come puntualmente andiamo al lavoro.
Per spiegare quello che significa, dovrei immergermi ora in spiegazioni socio-politiche, ma sono troppo amareggiata, triste e delusa per farlo, l'unica cosa che mi viene da dire è.....

"CHE SCHIFO!!!!!!!!"

2 commenti:

Emi ha detto...

spero che le cose vadano meglio di come descrivevi nel tuo ultimo post.
complimenti per il blog, ti leggo perchè hai delle cose in comune con me.
anche il blog è simile
ciao da Emanuela

lea ha detto...

Grazie Emi, per i tuoi complimenti.
Ho dato anch'io un'occhiata al tuo blog ed effettivamente abbiamo delle cose in comune, iniziando dalla scelta della grafica e per la composizione del blog. Effettivamente quando scrissi quel post ero in una fase molto down, certo le cose sono migliorate, ma per dire di essere fuori dal periodo negativo ce ne vorrà ancora...
Ciao da Daniela

Le cose che ho - Giò Di Tonno

Ho passato l'età in cui davo più importanza al ritmo e alla musica, ora non mi interessano le canzoni o la musica se non mi danno emozione. Vi invito ad ascoltare questa canzone, ed ho aggiunto anche il testo per rendere più facile comprendere, come questa canzone, che potrebbe essere molto triste (perchè Giò di Tonno l'ha dedicata ad un amico scomparso qualche tempo fà) poi nelle parole recitate da Giancarlo Giannini nel finale, diventa una canzone di speranza.

"Ho un piano per resistere
e motivi per andare via
ho un albero di mandorle
proprio di fronte casa mia
ho cicatrici inutili
e poi cieli sempre blu
ho amici consapevoli
e qualcuno che non cerco più
ho voglia di comprendere
ma forse poi mi pentirò
ho scarpe da ginnastica
e libri che non leggerò
ho sogni labirintici
ma neanche una fotografia
ho un ciondolo d’argento
e un motivo per andare via
e poi
per ogni posto che vedrò
per ogni strada che farai
continuiamo a camminare un po’
per tutti i sogni che farò
per ogni cosa che vedrai
ché alla fine quello che io ho
non ha ragione d’essere
senza te
ho cose che non uso mai
e una stanza per le novità
ho foglie sopra il tavolo
e un debito con la realtà
ho corridoi di nuvole
e il mare un po’ più in là
ho nostalgia di credere
e un piano per restare qua
e poi per ogni posto che vedrò
per ogni strada che farai
continuiamo a camminare un po’
per tutti i sogni che farò
per ogni cosa che vedrai
ché alla fine quello che io ho
non ha ragione d’essere
senza te

c’è sempre un motivo per andare
e c’è sempre un motivo per restare
amico mio
e in mezzo il cuore batte
col rumore della cassa
e in mezzo si combatte
in mezzo il tempo passa
perché questo cuore è vivo
perché il cuore è una clessidra
e ci sei tu e ci sono io
e c’è la vita in un granello
e poi l’amore, certo l’amore,
sempre quello
che distrugge e risolleva
che esalta e che fa male
ma rimedia alla tristezza
di ogni attimo che fugge
da sempre,
sempre uguale
come la brezza in mare aperto
come la gioia in questo mondo
c’è un motivo per andare
e c’è un motivo per restare
come posso darti torto
ma per questo io ti dico
(e non lo dico solo io)
ti dico ama, ama fino in fondo
che non sei ancora morto
amico mio"

Il coro del miserere di Chieti, dedicato ai fratelli aquilani!

2 Aprile Tommy sempre nel nostro cuore