lunedì 4 maggio 2009

La felicità


La Felicità non è impossibile è un diritto che appartiene a tutti: ai bimbi, ai figli, alle madri, ai padri, ai vecchi.

Dovremmo godere della felicità del prossimo, la vita è ricca e magnifica per renderci felici ma noi l' abbiamo dimenticato.

La bontà, la gentilezza e la ragione ci portano alla felicità.Felicità è lavoro per tutti gli uomini, un futuro per i giovani e la sicurezza per i vecchi.

La felicità è l' innocente sorriso di un bimbo che all' alba della vita percorre le ali della fantasia.

La felicità che regni ed illumini le menti di coloro che troppa morte hanno recato ai propri simili e che gli umili, i deseredati e gli oppressi riemergano dai sentieri più bui e rompano il silenzio in archi di luce e li riporti verso la vita.

5 commenti:

Emi ha detto...

mai dimenticarsi della felicità, che ciò che passa non ricapita una seconda volta.
un abbraccio e a presto da Emi
bellissima l'immagine, trasmette proprio la sensazione che hai descritto
ps torno da qualche giorno di vacanza al mare, da lunedì si riprende il lavoro
spero che tu stia bene...a presto da Emi

Maurizio ha detto...

Concordo... pienamente. Grazie del tuo affetto; anche un piccolo gesto nel virtuale può far sentire un'umanità meno fredda e lontana.
Un abbraccio

parolearia ha detto...

Grazie dei complimenti !!!
Brodino e formaggini ??? Assolutamente no !!! salame, carne, lasagne, pizza, l'unico problema è che provo un pò di dolore nel masticare quindi per il torrone....toccherà aspettare Natale !!!
un abbraccio

Francesca ha detto...

ciao, ti invito a visitare il mio blog.
Francesca.
solelunaestelle.blogspot.com

adamus ha detto...

Ciao Lea, Ti auguro un'ottimo e felicissimo weekend !

Le cose che ho - Giò Di Tonno

Ho passato l'età in cui davo più importanza al ritmo e alla musica, ora non mi interessano le canzoni o la musica se non mi danno emozione. Vi invito ad ascoltare questa canzone, ed ho aggiunto anche il testo per rendere più facile comprendere, come questa canzone, che potrebbe essere molto triste (perchè Giò di Tonno l'ha dedicata ad un amico scomparso qualche tempo fà) poi nelle parole recitate da Giancarlo Giannini nel finale, diventa una canzone di speranza.

"Ho un piano per resistere
e motivi per andare via
ho un albero di mandorle
proprio di fronte casa mia
ho cicatrici inutili
e poi cieli sempre blu
ho amici consapevoli
e qualcuno che non cerco più
ho voglia di comprendere
ma forse poi mi pentirò
ho scarpe da ginnastica
e libri che non leggerò
ho sogni labirintici
ma neanche una fotografia
ho un ciondolo d’argento
e un motivo per andare via
e poi
per ogni posto che vedrò
per ogni strada che farai
continuiamo a camminare un po’
per tutti i sogni che farò
per ogni cosa che vedrai
ché alla fine quello che io ho
non ha ragione d’essere
senza te
ho cose che non uso mai
e una stanza per le novità
ho foglie sopra il tavolo
e un debito con la realtà
ho corridoi di nuvole
e il mare un po’ più in là
ho nostalgia di credere
e un piano per restare qua
e poi per ogni posto che vedrò
per ogni strada che farai
continuiamo a camminare un po’
per tutti i sogni che farò
per ogni cosa che vedrai
ché alla fine quello che io ho
non ha ragione d’essere
senza te

c’è sempre un motivo per andare
e c’è sempre un motivo per restare
amico mio
e in mezzo il cuore batte
col rumore della cassa
e in mezzo si combatte
in mezzo il tempo passa
perché questo cuore è vivo
perché il cuore è una clessidra
e ci sei tu e ci sono io
e c’è la vita in un granello
e poi l’amore, certo l’amore,
sempre quello
che distrugge e risolleva
che esalta e che fa male
ma rimedia alla tristezza
di ogni attimo che fugge
da sempre,
sempre uguale
come la brezza in mare aperto
come la gioia in questo mondo
c’è un motivo per andare
e c’è un motivo per restare
come posso darti torto
ma per questo io ti dico
(e non lo dico solo io)
ti dico ama, ama fino in fondo
che non sei ancora morto
amico mio"

Il coro del miserere di Chieti, dedicato ai fratelli aquilani!

2 Aprile Tommy sempre nel nostro cuore